Spaghetti alla chitarra con pomodorini secchi in asparagi e vongole

Qualche anno fa mia suocera, originaria di Teramo, mi regalò la famosa chitarra per produrre spaghetti casalinghi convinta che, vista la mia passione per la cucina, avrei sicuramente apprezzato e messo in funzione tale attrezzo!

Ebbene finora questo “coso” è rimasto lì col mio timore reverenziale di non essere all’altezza e di non saperlo usare nel modo giusto e, forse, anche quest’oggi non l’ho utilizzato nel modo corretto, ma sono convinta che lei ne sarebbe stata ugualmente contenta.

Premetto che adoro questo tipo di pasta e che la madre di mio marito spesso lo preparava conoscendo questa mia passione, ma la prima volta che in realtà li ho mangiati me li aveva preparati la mia carissima zietta umbra, che nella sua travagliata vita ne ha impastata di farina e uova. In Umbria assumono un’ altra identità, vengono infatti chiamati Manfrigoli e in Toscana li chiamiamo Pici. Qualcuno usa le uova, qualcuno solo acqua e farina, ma la forma è sempre quella: uno spaghetto quadrato, che assorbe il sughetto magicamente!

Ingredienti:

Preparazione:

Lavare le vongole e farle aprire sul fuoco con poca acqua e un filo di olio.

Per preparare la pasta io ho utilizzato il Bimby: ho tritato i pomodorini secchi finemente per 15 secondi a Vel. 8. Ho riunito con la spatola e ho tritato ancora 15 sec. Vel. 8. Ho inserito la farina e le uova (non ho messo sale perchè i pomodorini erano già molto salati) e ho impastato 2 minuti a Vel. Spiga.

Nel caso preferiate fare a mano, tritare precedentemente i pomodorini con un robot da cucina, quindi mescolarli con la farina. Mettere a fontana e inserire le uova. Impastare fino ad ottenere un impasto liscio.

Lasciar riposare 15 minuti coperto con un panno o con della pellicola trasparente, quindi stendere col mattarello, ottenendo una sfoglia dello spessore di circa un paio di millimetri. Tagliare questa sfoglia in tre strisce che andranno adagiate sopra la chitarra. Passarvi sopra il matterello fino a che gli spaghetti cominceranno a cadere.

Adagiare gli spaghetti su una spianatoia precedentemente infarinata e lasciar asciugare per almeno un’ora.

Nel frattempo, preparare il condimento per la nostra pasta.

Tritare lo scalogno e metterlo a soffriggere in una padella con due cucchiai di olio. Aggiungere gli asparagi selvatici (precedentemente lavati, puliti e spezzetati) e farli cuocere fintanto che non diventeranno teneri, aggiungendo di tanto in tanto un po’ di acqua delle vongole che avrete filtrato e messo a riscaldare.

Unire adesso i pomodorini spezzetati e il prezzemolo tritato. Mescolare bene e unire infine le vongole. Far insaporire.

Mettere sul fuoco una pentola di acqua e quando comincerà a bollire, salare e buttarvi dentro gli spaghetti alla chitarra. Cuocere al dente e quindi scolare e versarli sul sughetto di vongole e asparagi.

Con questa ricetta partecipo al contest di Pranzo di Famiglia

About these ads

4 pensieri su “Spaghetti alla chitarra con pomodorini secchi in asparagi e vongole

    • Grazie Barbara! Non vorrei essere nei panni di colui che dovrà dichiarare il vincitore del tuo contest ma sono strafelice di essere tra i partecipanti e con uno dei miei piatti preferiti che ho ripubblicato per l’occasione!

I tuoi commenti e i tuoi consigli sono sempre ben accetti e utili per migliorarmi:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...