Il risotto spinaci e pecorino di Marco

Marco è il mio bambino mezzano che ci ha sempre fatto diventare pazzi per mangiare!

Nel crescere è diventato ancora più selettivo, ma se c’è una cosa che proprio si rifiuta di mangiare è il formaggio! Quindi, dopo le iniziali e ovvie insistenze da parte nostra abbiamo deciso di dispensarlo e quindi di evitare di grattugiare la benchè minima mollica di parmigiano nel suo piatto.

L’altro giorno però, è tornato a casa dopo una gita scolastica alla scuola alberghiera della nostra zona. A pranzo gli alunni avevano fatto una dimostrazione di cucina e poi hanno somministrato ai compagni di Marco questo risotto con spinaci e pecorino.

La maestra di mio figlio è molto attenta all’alimentazione e spesso insiste con gli alunni affinchè assaggino almeno quello che hanno nel piatto. Fatto sta, che è riuscita a convincere anche Marco (immagino con che faccia schifata si sia avvicinato la forchetta alla bocca!), il quale è rimasto folgorato dalla bontà di questo primo.

Tornato a casa non ha fatto altro che parlare di questo risotto e che avrei dovuto senz’altro farlo anche io.

E così ecco qua che oggi ci proviamo. Andiamo un po’ ad occhio perchè ovviamente non è stato attento alla preparazione e quindi non conosco nè dosi nè modalità di preparazione!

Ingredienti:

  • 350 g di riso Carnaroli
  • circa 30 di fogli di spinaci molto tenere (è un quantitativo modificabile a proprio gusto)
  • circa 100 g di pecorino (vanno benissimo anche i rimasugli mescolati)
  • una noce di burro
  • mezzo bicchiere di latte
  • mezza cipolla bianca
  • 7 dl di brodo vegetale
  • mezzo bicchiere di vino bianco

Procedimento:

Lavare molto bene gli spinaci.

Mettere il brodo sul fuoco. Quando raggiungerà il bollore aggiungere metà foglie di spinaci e frullarle con un frullatore ad immersione.

Tagliare i formaggi in piccoli pezzi se sono morbidi, altrimenti grattugiarli e metterli in un pentolino con il latte. Mettere sul fuoco con la fiamma bassa e mescolare di continuo finchè il pecorino non si sarà sciolto.

Tritare la cipolla col coltello e metterla a soffriggere nel burro in una padella larga e dai bordi alti.

Unire il riso e farlo tostare bene, quindi sfumare con il vino. Quando l’alcol sarà evaporato aggiungere il brodo quel tanto che basta a coprire il riso. Mescolare bene e unire gli spinaci rimanenti, spezzandoli, se necessario, con le mani.

Cuocere per circa 18 minuti aggiungendo il brodo man mano che il riso si asciugherà. A fine cottura, spegnere il fuoco e unire i formaggi sciolti nel latte mescolando bene.

Far riposare qualche minuto e servire.

Mio figlio ha voluto addirittura arricchirlo con qualche gheriglio di noce e devo dire che non ci stava per niente male!

Il commento di Marco alla fine è stato: “Buonissimo mamma! Però, se posso essere sincero, quello dell’alberghiero era più buono ancora!” Qualcuno ha dei suggerimenti?

 

Con questa ricetta partecipo al contest di Intolleranza Zero:

Annunci

Un pensiero su “Il risotto spinaci e pecorino di Marco

I tuoi commenti e i tuoi consigli sono sempre ben accetti e utili per migliorarmi:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...