Una cena di San Valentino speciale all’Ultima Casa Accogliente

Quest’oggi cari amici non vi presenterò nessuna ricetta, ma vi accompagnerò in un viaggio all’interno di un Pub livornese che ci ha ospitato proprio per la serata di San Valentino.

Da tempo volevamo tornarci, dopo la serata Slow Food di degustazione formaggi abbinati alle birre svoltasi in novembre. E ci eravamo ripromessi di farlo proprio di martedì perchè è la serata in cui l'”Omino Antipatico” (poi ve lo presenterò) nel suo menù ha delle ostriche freschissime. Ebbene si, lo ammetto, sono un’amante del crudo, quando ovviamente se lo merita!

Ieri, per l’appunto, cadendo San Valentino proprio di martedì, ci siamo regalati questa serata, grazie anche alla nonna compiacente che è stata con in nostri piccoli.

Ma andiamo con ordine e veniamo a ciò che più ci interessa.

Entrando nell’Ultima Casa Accogliente ti ritrovi in un ambiente caldo e familiare grazie all’arredamento e alla gentilezza dei proprietari Gioia e Sandro.

Quest’ultimo in particolare è un vero personaggio con la sua barba. Un uomo che ha sviluppato una certa cultura per quanto riguarda le birre ma che, ci racconta, è nato come Sommelier.

Nella suo locale si possono degustare ben 200 tra le migliori birre artigianali scozzesi, canadesi, belghe e americane, che lui, l’Omino Antipatico (scusate, ma a me piace chiamarlo così!) saprà consigliarvi in base ai vostri gusti e a che cosa desiderate mangiare.

La Biere Brule

Eh si, perchè qua si può anche mangiare e anche bene, direi. Gioia, la moglie, infatti si diletta in piatti semplici ma anche in accostamenti ricercati (ormai famosa la sua pasta con gorgonzola e frutti di bosco che trovate QUI, oppure il suo stufato di asino, il goulash e il chili), tutti piatti con ingredienti freschi e di stagione, sia di pesce che di carne.

Ieri sera, per esempio, oltre alle ostriche che erano accompagnate da un’ottima Blanche de Namur, abbiamo assaggiato delle deliziose tagliatelle fatte in casa (nel cui impasto erano nascosti dei pomodorini secchi) con i mitili, e un filetto di sgombro sfumato con la birra (che avrebbe potuto partecipare egregiamente al mio contest)!

In sottofondo una piacevolissima musica jazz.

Ma non voglio lasciarvi ancora in sospeso e voglio svelarvi come mai si definisce “L’Omino Antipatico”.

 

Una sera, ci racconta sempre Sandro, dei ragazzi stavano facendo un bel po’ di confusione fuori dal suo locale. Non gradendo questo tipo di manifestazioni il nostro eroe invitò gentilmente i signori ad andare a fare confusione da un’altra parte. Al che una ragazza prese una bomboletta spray e sul muro a fianco al locale scrisse “La birreria dell’omino antipatico”. Da quel momento Sandro adottò questo nome in maniera del tutto ironica!

Detto ciò, non possiamo non spiegare anche il motivo per cui è stato dato un nome così particolare ad una birreria.

Gioia ci spiega che il nome deriva da un romanzo Fantasy facente parte di una collana che si chiama Dragon Lands dove si raccontava che  di una dimora costruita su di un albero. L’albero e la dimora erano l’ultimo avamposto prima del nulla. Quindi, l’Ultima Dimora.

Ovviamente suonava un po’ male chiamare un Pub “L’ultima dimora”, per cui il figlio della nostra coppia propose di chiamarlo “L’Ultima Casa Accogliente“, per far sentire benvenuto chiunque volesse fermarvisi.

Ecco che allora un’artista ha fatto una rivisitazione del disegno originale dell’albero e lo ha donato ai proprietari della birreria che lo hanno incorniciato con legnetti raccolti nella mia tanto amata Castiglioncello.

 

Insomma, per concludere, consiglio a tutti di andare a trovare Sandro e Gioia che vi sapranno, tra l’altro, tenere ottima compagnia. Chiamate sempre prima di andare perchè il locale non è molto grande e sappiate anche, forse l’unico neo, che non hanno il POS per i pagamenti con carte di credito per cui organizzatevi prima con del contante.

Il numero per prenotare è: 329-4124114

Lo trovate in via Garibaldi 273 ed è aperto tutte le sere ad esclusione della domenica.

Ricordate che vengono organizzate spesso serate a tema, tenete pertanto d’occhio la pagina Facebook e il sito.

Annunci

7 pensieri su “Una cena di San Valentino speciale all’Ultima Casa Accogliente

  1. L’Omino Antipatico (ma non poi troppo…:-) insieme a Gioia mantengono la promessa insita nel nome del locale. E’ veramente una ambiente accogliente, intimo, con un sottofondo jazz di giusto livello sonoro che permette di parlare senza urlare, caldamente arredato, piatti ricercati di Gioia e abbinamenti birrari gestiti ottimamente da Sandro (alias Omino Antipatico.
    Consigliatissimo.

    Mi piace

I tuoi commenti e i tuoi consigli sono sempre ben accetti e utili per migliorarmi:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...