Chef on the road: diario di un giorno extraordinario

Son due giorni che penso a come cominciare questo post e… non è mica tanto facile, sapete!

Si perchè mi sono trovata catapultata in una situazione per me davvero insolita e al di fuori della “normalità”, normalità intesa ovviamente come la routine di tutti i giorni.

Sembrerà banale e scontato dirlo, ma con Chef on the Road ho vinto la possibilità di “lavorare” per un giorno al fianco di veri professionisti in primis, ma anche di persone simpaticissime, cordiali e, me lo concederanno, a volte anche un po’ matte! Un team affiatatissimo con un maestro d’eccezione a dirigere il tutto: Luca Borghini, l’ideatore dell’evento e l’organizzatore del contest avente come protagonista lo Zafferano, a cui ho partecipato e con cui ho avuto l’onore di vincere il primo premio per la categoria PRIMI PIATTI con i miei tagliolini allo zafferano con scampi e fiori di zucca. Tutto questo mi ha portato dunque fino a Montevarchi, ridente paese in provincia di Arezzo in quel della Fattoria di Rendola che ci ha ospitati in uno scenario da favola e in una giornata freddina ma dolcemente soleggiata.

Dopo le varie e doverose presentazioni e la presentazione dell’evento su Radio Passaparola, abbiamo indossato le nostre giacche e grembiuli realizzate da SoloChef e ci siamo fiondati in cucina. Vi dirrei una bugia se scrivessi che mi sentivo a mio agio: intorno a me tutti erano presi dalla preparazione dei loro piatti e io, abituata ai fornelli di casa mia, non sapevo dove mettere le mani. Devo dire però che ho trovato subito una grande disponibilità da parte di tutti ad aiutarmi e mi arrivavano consigli da tutte le parti, consigli che non ho esitato ad accettare. Il piatto che doveva rappresentare il mio blog l’ho studiato una notte intera perchè infondo mica potevo portare del pane e strusciarlo col pomodoro? Alla fine un’idea mi ha folgorato: ravioli allo zafferano ripieni di pappa al pomodoro su pancetta croccante, ve li avevo già anticipati qui.

Per essere la mia prima esperienza (e spero ce ne saranno presto altre) con questo fantastico team portare un unico piatto è stato più che sufficiente. Purtroppo è successo un piccolo incidente: al momento di preparare il mio piatto per essere portato in tavola, è sparita la pancetta! PANICO!!! Mi è corso in aiuto NIENTEPOPODIMENO che il grande Antonio Scaccio, no dico, avete presente? Lo chef di personaggi famosi come Dolce & Gabbana! Lo specialista della cucina vegetariana e vegana… Beh, per tornare al nostro evento e al nostro raviolo, mi ha messo insieme tre, quattro ingredienti e mi ha tirato fuori una salsina delicatissima che esaltava il gusto del raviolo! Lo ringrazierò a vita: salvata in extremis da una figura barbina e, invece… il cameriere che entra in  cucina e mi porge i complimenti dei clienti! Son soddisfazioni, anche se ovviamente il merito maggiore non va a me!

Chef on the Road non è stata solo una bella esperienza, è stato anche un evento dove ho potuto imparare molto (anzi, sono un po’ rammaricata di non essere riuscita a seguire meglio alcune ricette): interessantissima la lezione di Alberto Rossi, il presidente della Federazione dei Macellai che con il figlio Marco ci ha presentato  “l’evoluzione di una noce”. Voi non potete immaginare cosa sia riuscito a tirare fuori da una noce, perchè Alberto secondo me non ce l’ha raccontata tutta, ma mi sa che lui sotto sotto è anche un po’ chef! Ho un solo rammarico: di tutto quello che ha preparato io non sono riuscita ad assaggiare niente! Spero di avere l’occasione di rifarmi! Vi lascio alcune foto per comprendere.

E poi, ad un certo punto della giornata sono arrivati anche Velia De Angelis e Shady Hasbun, due degli chef protagonisti della trasmissione Chef per un giorno. A quel punto il team era davvero al completo e se ne son viste delle belle, ma soprattutto si è riso moltissimo! Beh, per la verità io un po’ meno: Shady mi ha messo a sbucciare non so quanti chili di castagne bollite destinate ad una vellutata davvero niente male! Il sacrificio ne è valso sicuramente la pena, e poi io adoro le castagne!

E non posso farvi perdere anche il cous cous dolce allo zafferano con frutta e cioccolato, sempre di Shady:

E ancora, Giovanna Geremicca coi suoi tortelli di cioccolata ripieni di ricotta e zafferano! A proposito, a breve uscirà il suo nuovo libro dove, ma guarda un po’, si parlerà essenzialmente di… cioccolato!

E Vincenzo Petrizzelli? Pugliese doc, trapiantato in Toscana da anni, non parlategli di panna da mettere nei suoi piatti perchè potrebbe anche alterarsi! Lui ci ha deliziato con la focaccia e il pane ai pistacchi e zafferano, oltre che essermi stato di enorme aiuto nel prendere confidenza con quella gigantesca cucina!

E dopo un pugliese, un siciliano doc, Giovanni Puleri ed i suoi panini al cioccolato!

E poi i miei cari “colleghi” foodblogger, quelli conosciuti almeno virtualmente come Willi di A tavola con Willi, con me anche nel condividere l’emozione della “prima volta”, e Shamira di Lovely cake, che ho scoperto essere mia vicina di casa (il mondo è davvero piccolo) e che insieme al suo fidanzato Luca Bini hanno preparato di tutto di più! E poi nuove conoscenze con Angela di Sole Nero, una che sa il fatto suo anche in cucina: piccolina ma efficientissima! Ottimi piatti a base di ingredienti di qualità! E poi permettetemi di nominare altre tre persone senza il cui aiuto forse non avremmo potuto realizzare tanto: Giulia e Serena della scuola alberghiera e Francesca.

E vogliamo parlare di Tiziana Tinari? A parte il bellissimo e timidissimo sorriso, mi chiedo dove e soprattutto come riesca a preparare quelle torte capolavoro, e attenzione perchè non sto parlando delle solite torte americane di cui, lasciatemelo dire, io non riesco a buttar giù più di una punta di una forchetta, no!!! La sua torta era proprio proprio buona oltre che bella, naturalmente!

Un grazie particolare a Simone, il legittimo proprietario della cucina che per un giorno se l’è vista invasa da una masnada di gente a lavoro, ma ha saputo sopportare e supportare in maniera eccellente. E un grazie alla signora Franca dell’Osteria di Rendola perchè è stata un’ospite encomiabile.

Ma giunti a questo punto vi chiederete chi sono stati i veri protagonisti dell’evento, coloro per cui si è mosso un esercito di persone. Ebbene, li cito per ultimo, ovviamente non certo perchè siano meno importanti, ma proprio perchè ora che avete letto e visto quello che è successo il 29 ottobre a Montevarchi possiate capire a chi va il merito.

Cominciamo da Luca Borghini, personaggio eclettico, instancabile, positivo e soprattutto grande professionista. Grazie, perchè con la sua attività riesce sempre a coinvolgere noi foodblogger nelle sue iniziative e grazie perchè è riuscito insieme ai suoi amici e colleghi a farmi sentire come a casa.

E poi c’è Lui, lo Zafferano, l’ingrediente di ogni piatto della serata per noi impersonato dallo sponsor Il Re dei Re. Si parla di un prodotto di altissima qualità, che serve a rendere i vostri piatti unici. Il titolare dell’azienda nata da poco più di un anno ci ha istruiti sul suo prodotto, rendendoci parteci della sua passione per questo fiore. Presso la sua azienda troverete lo zafferano in polvere o in stimmi e, da poco, potrete assaggiare anche il miele e la grappa allo zafferano. Prodotti che è possibile acquistare anche tramite il suo sito internet oltre che in loco.

E adesso un ultimo per me importantissimo ringraziamento molto personale a colui che mi sostiene in queste mie pazze avventure, che mi segue, come dice lui stesso, “disinteressatamente” e che collabora anche scattando delle bellissime foto come quelle che vedete. Grazie Niko!

E se siete giunti fin qui a leggere, forse non vi ho annoiato, ma vorrete essere voi i prossimi protagonisti di Chef on the Road!

22 pensieri su “Chef on the road: diario di un giorno extraordinario

  1. accipicchia, che evento fantastico, che avventura, che scoperte, che personaggi che hai conosciuto! bellissimo avere potuto far parte di questa giornata e tanti complimenti per i ravioli!

    Mi piace

  2. Che dire, onorato di aver conosciuto dal vivo questo piccolo vulcano di bravura! Complimenti davvero. Le parole che hai usato sono veramente uniche!!
    Silvia è un grande piacere averti conosciuto, spero davvero di condividere ancora altre emozionanti esperienze con te! –
    Willi di “A Tavola con Willi” –

    Mi piace

  3. Sono entrato nel tuo Blog per congratularmi con te, io ho fatto solamente quello che sento tutti i giorni quando penso ad’un piatto. La tua simpatia e la preoccupazione evidente negli occhi mi hanno fatto osare ad aiutarti a risolvere il problema, Sono contento che il connubio sia piaciuto e che alla fine tu abbia avuto i meritati elogi…siete state e stati tutti grandi. Ciao a presto, belle le foto fatte.

    Mi piace

I tuoi commenti e i tuoi consigli sono sempre ben accetti e utili per migliorarmi:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...