Plumcake allo yogurt e albicocche secche

Plumcake albicocca_04

Alcuni cambiamenti dentro casa mi hanno costretta a riorganizzare la cucina, lavoro che comunque faccio periodicamente non avendo ancora trovato la pace dei sensi per quella stanza! Fatto sta, che avendo dovuto eliminare una credenza, mi si sono ristretti gli spazi e rimettendo tutto in ordine mi sono resa conto di quanta roba ho comprato senza averne una reale necessità. Sicuramente i miei Tupperware occupano molto spazio, ma non ce n’è uno inutilizzato. Invece ho comprato troppo cibo e lo spreco è una cosa che proprio non sopporto, se poi sono io a dover buttar via qualcosa, ancora di più mi viene un nodo alla gola. Fortuna che molte cose sono a lunga scadenza e so di averle comprate perchè incuriosita: mi capita spesso infatti di visitare mercatini o negozi bio e non ne vengo mai via senza aver acquistato qualche prelibatezza. Marmellate, sott’oli, paste e salse dunque fanno da padrone nella mia dispensa, ma anche e soprattutto farine per produrre il mio adorato pane. Non è stato facile trovare un posto a tutto e fare il punto della situazione, ma una cosa è certa: a parte comprare prodotti freschi come verdure e latticini non voglio fare più acquisti in surplus fintanto che non avrò consumato tutto quello che c’è già in casa. Se poi si considera che anche il congelatore del frigo mi sta lentamente abbandonando e devo sbrigarmi a consumarne il contenuto, credo che da domani il mio supermercato potrà chiudere fino a tempo indeterminato!

Il prossimo passo sarà quello di fare una lista di tutto quello che c’è e man mano smarcare ogni prodotto consumato fino ad esaurire la lista.

Tra le tante cose scovate all’interno della dispensa è uscita fuori una busta con delle albicocche secche con scadenza aprile 2014. Non ricordo neanche più perchè le comprai, ma probabilmente perchè avrei voluto provare qualche ricetta. Purtroppo la ricetta in questione si è persa nella memoria e così, dovendo fare un dolce per la colazione dei miei figli, ho pensato di utilizzare in questo delizioso plumcake allo yogurt.

Plumcake albicocca_03

Ingredienti:

  • 3 uova
  • 150 g di zucchero semolato
  • 100 g di olio di semi di girasole
  • 150 g di yogurt bianco magro
  • la scorza grattugiata di un limone
  • 280 g di farina 00
  • 150 g di albicocche secche
  • 1 bustina di lievito vanigliato
  • 2 cucchiai di zucchero di canna

Procedimento:

Mescolate nel Bimby o con un frullatore le uova con lo zucchero e la scorza di limone per 3 minuti a vel. 4, quindi unite l’olio e lo yogurt continuando a miscelare per un paio di minuti alla stessa velocità. Mescolare la farina con il lievito e, con il Bimby in funzione, unire al composto cremoso. Impastare bene per ancora un minuto e mezzo/due, infine unire le albicocche tagliate a pezzi con il coltello. Mescolare per 30 sec. Vel. 2 Antiorario.

Imburrare e infarinare uno stampo da plumcake e versarvi il composto. Spolverizzare con poco zucchero di canna la superficie e infornare per 40 minuti a 180°.

Una volta cotto (fare sempre la prova stecchino) farlo raffreddare e sformarlo.

Plumcake albicocca_02Colgo l’occasione di questo post per parlarvi di un’iniziativa benefica a cui tengo particolarmente. Il Dynamo Camp è un luogo dove ogni difficoltà viene superata, dove la malattia non è un limite. Dynamo Camp è un camp di terapia ricreativa, primo in Italia, appositamente strutturato per bambini affetti da patologie gravi o croniche in terapia e nel periodo di post ospedalizzazione. Dynamo Camp intende offrire a centinaia di bambini la possibilità di riappropriarsi della propria infanzia attraverso un programma che in totale sicurezza e allegria li porti a ritrovare e acquisire fiducia in loro stessi e nelle proprie potenzialità.

Conosco personalmente le attività svolte da Dynamo Camp e l’impegno che ci mettono i volontari per rendere la vacanza di questi bambini un’esperienza unica ed indimenticabile. Per mantenere tutto ciò in vita però occorrono molte risorse e per questo è possibile dare il nostro piccolo contributo anche solo attraverso un sms al 45502.

Che aspettate allora?

1012382_616116481776353_63156578_n

 

Tarte tatin alle albicocche… rubate!

…ora, rubate è un parolone se si pensa che il mio vicino non ne vuole sapere di potare il suo albicocco e i rami di quest’ultimo pendono verso il mio giardino: di diritto quelle albicocche sono mie, o sbaglio?! E poi lui non le raccoglie e mi piange davvero il cuore vedere cadere in terra tutto ‘sto bendiddio!

In pratica di queste albicocche ne ho una vagonata e, sapendo che in casa nostra la marmellata non è particolarmente apprezzata, sono andata alla ricerca di ricette che contemplassero l’uso di questo frutto buonissimo!

Inoltre è tantissimo tempo che volevo provare questo dolce, che in realtà nasce da un errore e che, nella sua versione classica prevede l’uso delle mele.

Presto su questo canale vedrete anche la versione salata!

Nel frattempo vi offro una fetta di questa bontà, leggermente asprognola per la verità perchè, si sa, le albicocche una volta cotte hanno questa particolarità!

Ingredienti per la pasta brisè:

  • 70 ml di acqua fredda
  • 100 g di burro
  • 200 g di farina 00
  • un pizzico di sale

Ingredienti per la tarte tatin:

  • 70 g di burro
  • 180 g di zucchero
  • circa 20 (dipende dalle dimensioni della vostra tortiera)
  • zenzero in polvere Tec-Al
  • 20 mandorle

Procedimento:

Prepariamo per prima cosa la pasta brisè. Utiliziamo un robot da cucina (io come sempre mi servirò del mio fedele Bimby) e inseriamo la farina, il sale e il burro freddo di frigo. Azionare il robot (il Bimby 30 sec. vel. 4) fintanto che non si saranno formate delle briciole, a questo punto versare anche l’acqua e continuare ad impastare.

Togliere l’impasto dall’impastatore e formare una palla. Ricoprirla con della pellicola trasparente e posizionarla in frigorifero mentre ci dedicheremo alla preparazione delle albicocche.

Snocciolare le albicocche tagliandole a metà dopo averle ovviamente lavate.

Prendere un teglia da forno che posso andare anche sui fuochi (quindi niente silicone) e distribuire sul fondo il burro a pezzetti. Aggiungere anche lo zucchero e distribuire uniformemente.

Posizionare le albicocche sopra lo zucchero con la parte interna rivolta verso l’esterno. Mettere quindi una mandorla laddove c’era il nocciolo. Spolverizzare con pochissimo zucchero  e una spolverata di zenzero in polvere Tec-Al e coprire le mandorle con l’altra metà delle albicocche, stavolta posizionandole col la parte arrotondata verso l’esterno.

Mettere la teglia sul fuoco fino a formare un caramello leggermente biondo. Far raffreddare.

Prendere ora la nostra pasta brisè e stenderla fino a formare un disco di pochi millimetri di spessore. Posizionare quest’ultimo sopra le albicocche, rincalzandolo lungo i bordi della vostra teglia.

Cuocere in forno a 200° C per circa 30 minuti, quindi lasciar raffreddare.

Per attenuare l’acidità delle albicocche consiglio di accompagnare questa torta con dei ciuffetti di panna montata.