Gnocchi di patate e verza, con salsiccia affumicata e birra

Ricetta inviatami da Daniele Goldoni per partecipare al mio contest:

Ingredienti per 4 persone:

  • 120  gr di salsiccia affumicata
  • 1/2 cipolla rossa
  • 1 bicchiere di birra artigianale chiara  weiss di frumento

  • 1 cucchiaio di olio evo

  • 200 ml di panna da cucina vegetale
  • 600 gr di patate a pasta farinosa (a pasta bianca, oppure a buccia rossa)
  • 150-250 gr di farina (a seconda di quanta ne “richiede”

    l’impasto)

  • sale q.b
  • 8 foglie di verza

  • Parmiggiano reggiano q.b

Preparazione:

Pelate e tagliate a pezzi le patate, lavate le foglie di verza.

Mettete le patate e la verza in una pentola con abbondate acqua salata e fate cuocere bene.

Prendete un mixer e ancora calde le patate, la verza e la farina e impastate.

Con l’impasto ottenuto ricavateci gli gnocchi.

In una padella mettere l’olio, la cipolla e la salsiccia e fare rosolare il tutto x alcuni minuti aggiungere la birra e fare andare per 5 -10 minuti ed in fine aggiungere la panna.

Cuocete gli gnocchi e poi passarli nella padella ed amalgamare il tutto alla salsa ottenuta.

Servire con una spolverata di Parmiggiano Reggiano.

Involtini di arista sfumati alla birra con pisellini profumati

Ogni giorno mettere a tavola qualcosa di diverso che soddisfi tutte e cinque le  bocche non è facile, ma questi involtini mi hanno davvero stupito, talmente tanto che a me ne è toccato solo mezzo!!!

Presumo quindi che siano piaciuti! E li metto tra le ricette da riproporre settimanalmente a casa mia!

Ingredienti: 

  • 10 fettine sottili di arista di maiale
  • rosmarino
  • aglio
  • sale
  • mezzo porro
  • 10 foglie di radicchio
  • 10 bastoncini di emmental
  • 50 g di pancetta a cubetti
  • 200 g di pisellini congelati
  • 1 carota
  • 1 noce di burro
  • mezzo bicchiere di birra rossa
  • 1 cucchiaino di fecola

Preparazione:

Mettere le fette di arista su di un piano di lavoro e condirla con sale e rosmarino e aglio tritati. Adagiare su ogni fetta una foglia di radicchio (o ritagliarla della grandezza della fetta di carne) e un bastoncino di emmental. Arrotolare e chiudere con uno stecchino.

Mettere in un pentolino il burro con uno spicchio di aglio tritato, la pancetta e la carota tagliata a piccoli cubetti. Far rosolare e aggiungere i pisellini. Salare e far cuocere coperti per circa un quarto d’ora o finchè i pisellini non saranno diventati teneri. Se necessario aggiungere un po’ d’acqua.

In una padella mettere l’olio con il porro tagliato finemente. Appena il porro si sarà ammorbidito adagiarvi sopra gli involtini e farli rosolare su tutti i lati. Salare e sfumare con la birra.

Dopo una decina di minuti di cottura, togliere gli involtini e far addensare la salsa con un cucchiaio di fecola fuori dal fuoco.

Impiattare gli involtini con i pisellini e la salsina aromatizzata alla birra.

 

 

 

Tortino di alici e patate

Ecco qua una ricetta sperimentata qualche anno fa, grazie sempre al mio chef preferito Fabio Campoli. Ritengo che sia una ricetta molto casereccia ma di grande effetto. Mi dispiace solo non aver fotografato l’interno, ma vi garantisco che l’abbinamento patate-alici è ottimo.

Ingredienti:

  • 200 g di alici fresche, pulite e disliscate
  • 1/4 di l di birra
  • 200 g di farina
  • 5 g di lievito di birra
  • 3 g di semi di finocchio
  • 200 g di patate
  • 4-5 pomodorini

Procedimento:

Pelare le patate, lavarle e tagliarle a rondelle facendo attenzione a farle tutte dello stesso spessore in modo che la cottura avvenga uniformemente. Lessarle quindi in acqua salata.

Preparare la pastella: in una ciotola mettere il lievito di birra sbriciolato e la birra. Mescolare e intanto aggiungere la farina e salare. Bagnare un canovaccio e coprire la pastella. Lasciar riposare per almeno due ore senza più mescolare.

Asciugare le patate lessate con un foglio di carta e, se occorre, salare.

Asciugare anche le alici, disporle su un piatto e condirle con un po’ di sale e i semi di finocchio.

Imburrare uno stampo e cospargerlo col parmigiano (questa operazione non è necessaria se vengono usati stampi al silicone).

Immergere le alici nella pastella e adagiarle nello stampo, disponendole a raggera con la coda rivolta verso l’interno.

Coprire con uno strato di patate e via di seguito con le alici, le patate… Continuare fino ad esaurimento degli ingredienti.

Coprire infine il tutto con la pastella restante.

Decorare con dei pomodorini tagliati a metà e un filo d’olio EVO.

Cuocere in forno a 220°C per 30 minuti.

Pane alla birra

Come si fa ad avere in casa un homebrewer e non amare la birra? Beh, poco importa se comunque può servire a tante buone preparazioni, come appunto questo buonissimo pane in cassetta.

Croccante fuori e morbido dentro, si conserva per molti giorni e mette daccordo tutti gli amanti del pane.

Ingredienti:

  • 200 g di farina 00
  • 250 di farina Manitoba
  • 150 ml di birra a temperatura ambiente
  • 1 panetto di lievito di birra
  • 100 ml di acqua
  • 10 g di zucchero
  • sale
  • semi di sesamo
  • 1 uovo

Procedimento:

Sciogliere il lievito nell’acqua tiepida insieme allo zucchero. In un recipiente mettere le farine mescolate. Praticare un buco al centro e versarvi la birra e il lievito sciolto. Mescolare e aggiungere il sale. Incominciare ad impastare su di una spianatoia. Mettere in una ciotola infarinata e posizionare quest’ultima in forno preriscaldato a circa 40°C, per circa 45 minuti.

Imburrare e infarinare uno stampo da plumcake, impastare di nuovo il pane e inserirlo nello stampo. Incidere la superficie con tagli trasversali e lasciar lievitare nuovamente nel forno (spento) per circa 40 minuti.

Sbattere un uovo e con esso spennellare la superficie del pane e ricoprirla con semi di sesamo e sale grosso.

Cuocere a 200°C per 20-25 minuti.

 

 

Pane alla birra in foglie di pesco

Lo ammetto: questa idea non è mia ma del mio amato consorte che, oltre ad essere il produttore della birra con cui è stato impastato questo pane, è anche molto estroso e sopperisce alla mia mancanza di fantasia! Così ieri sera, dopo aver rinfrescato il mio lievito (devo ammettere che d’estate mi viene l’istinto omicida nei confronti di questo “bimbo” che è il mio lievito), discutevamo su che tipo di pane avrei potuto fare e allora è nata questa idea delle foglie di pesco! Dopo i miei mille dubbi, finalmente mi ha convinto et voilà:

Ingredienti:

  • 350 g di biga
  • 600 g di farina integrale
  • 200 g di birra non fredda
  • 15 g di sale
  • 30 g di olio EVO
  • foglie di pesco a piacere

Procedimento:

Sciogliere la biga nella birra e lasciare riposare per circa 15 minuti. Unire quindi l’olio,  metà farina e il sale e impastare nell’impastatrice o in una ciotola. Quando gli ingredienti si saranno ben amalgamati rovesciarli sulla spianatoia sopra la rimanente farina e impastare bene per qualche minuto.

Foderare uno stampo da plumcake con le foglie di pesco lavate e adagiarvi il panetto (se è troppo, toglierne un pezzetto), coprire e lasciar lievitare per tutta la notte o comunque per un tempo di 7-8 ore.

Scaldare il forno a 200°C e infornare il pane. Dopo dieci minuti abbassare la temperatura a 180°C e cuocere per altri 40 minuti. Controllare la cottura con lo stecchino e se è pronto, lasciar raffreddare (se ci riuscite) prima di tagliarlo!