La moda del momento: il pan brioche a stella

1457612_592557590792564_1351929855_n

Sono giorni che su facebook girano delle foto con relativo link di un bellissimo pan brioche a forma di stella. All’inizio avevo sorvolato  cercando di non capire per salvaguardare la mia dieta, poi qualche amica molto “volenterosa” ha cominciato anche a linkarlo sulla mia bacheca e qualche cara collega foodblogger ha postato la sua versione. A quel punto la curiosità ha avuto il sopravvento e oggi, complice il maltempo, ho deciso di provare anche io! Ed ora ve lo posso dire: chi ha ideato questa ricetta è una mente geniale: è davvero scenica, ma incredibilmente facile da realizzare. Forse si può migliorare l’impasto e magari provare a farla con il lievito madre, ma resta il fatto che è piaciuta anche al più restio dei miei figli (e chi resiste del resto alla crema di nocciole?)

Rispetto alla ricetta originale, io ho utilizzato il lievito di birra fresco e non quello in polvere; inoltre ero sovrapensiero mentre tagliavo il dolce ed ho sbagliato non lasciando il centro intatto, però ne è venuto comunque un disegno interessante; e poi, purtroppo, l’ho cotto troppo e quindi è risultato leggermente asciutto, soprattutto in superficie.

La prossima volta, mi chiedevo, perchè non farne una versione salata?

Brioche stella_07

Ingredienti:

  • 250 g di farina 00
  • 250 g di farina manitoba
  • 12 g di lievito di birra
  • 180 g di latte
  • 30 g di burro
  • 60 g di zucchero
  • 2 uova
  • 10 g di sale
  • 1 confezione di nocciolata Rigoni di Asiago

Procedimento:

In un pentolino mettere il latte insieme al burro e scaldare fintanto che quest’ultimo non si sarà sciolto. Far intiepidire.

Mettere le due farine nel Bimby (o nella planetaria oppure impastate direttamente a mano) con lo zucchero e il lievito di birra sbriciolato. Mescolare per 15 secondi a Vel. 5. Continuando a tenere la macchina a Vel. 5 versarvi il latte a filo, quindi passare alla funzione Spiga per l’impasto per circa 3 minuti durante i quali uniremo le uova 1 alla volta e infine il sale.

Rovesciare l’impasto su un piano da lavoro e impastare ancora un paio di minuti. Mettere in una ciotola leggermente unta con un filo di olio e lasciar lievitare fino al raddoppio (1 ora e mezzo/2).

Riprendere l’impasto e dividerlo in quattro parti uguali, con ognuna delle quali formare dei dischi di circa 24-25 cm di diametro. Posizionare il primo disco su una teglia bassa (io ho utilizzato la base del mio stampo a cerniera) ricoperta di carta forno. Lo stampo dovrà essere leggermente più grande dei dischi di pasta. Stendere uno strato sottile di nocciolata tenendosi ad un cm dal bordo. Posizionare il secondo disco sopra al primo e far aderire il bordo. Procedere con il secondo strato di nocciolata, quindi il terzo disco, ancora nocciolata e infine l’ultimo disco. Tagliare il tutto ottenendo 16 dischi: potete procedere come nella ricetta originale lasciando un cerchio centrale integro, oppure tagliare completamente, o ancora facendo metà tagli interi e metà no.

Brioche stella_01

I miei tagli

I miei tagli

Adesso utilizzate entrambe le mani per arrotolare contemporaneamente su sè stesse le fette: con la destra arrotolate verso destra e con la sinistra verso sinistra (come vedete nella foto in alto).

Prima della lievitazione

Prima della lievitazione

Lasciate lievitare ancora coprendo con un canovaccio per circa 30 minuti.

Dopo la lievitazione!

Dopo la lievitazione

Con un pennello intriso di latte spennellare delicatamente la superficie quindi infornare a 180° per 25 minuti.

Brioche stella_05Brioche stella_06

Crostata alla crema di nocciole con doppia cottura

Oggi è il quattordicesimo giorno di dieta e ho messo a dura prova la mia forza di resistenza alle tentazioni con uno dei dolci più calorici che io conosca!

Per la verità volevo testare la nuova griglia per fare la crostata e ora posso dire che è un attrezzo davvero utile perchè finora era sempre stato un dramma per me fare la grata sopra le crostate. Purtroppo però, c’è stato un piccolo incidente nel momento in cui dovevo posizionare la griglia sulla nocciolata perchè metà si è ripiegata malamente su se stessa. Quella che vedete nella foto è la parte che sono riuscita a salvare. La prossima volta sarò più fortunata! In compenso mi hanno riferito che era buonissima. “Era” perchè se la son già pappata tutta e così (fortunatamente) a me non restano neanche le briciole.

Ho preferito usare per questo dolce la doppia cottura e non fare come si fa normalmente con le crostate con la confettura perchè secondo me la nocciolata in cottura si secca un po’, invece in questo modo è rimasta morbidissima.

La scelta della farina è ricaduta su quella di farro perchè trovo che sia una farina che dà quel che di rustico alle frolle. Ma andrà benissimo qualsiasi altra farina.

Infine la Nocciolata Rigoni di Asiago perchè è biologica e quindi preferibile a qualsiasi altra crema alla nocciola e cacao, soprattutto se destinata ai bambini. E’ più digeribile ed è senza glutine.

In questi mesi ho avuto modo di testare molti prodotti di questa ditta perchè mi hanno inviato la fornitura per una anno per la colazione in seguito alla vincita di un contest. Conoscevo già questi prodotti perchè ho sempre prediletto le marmellate senza zucchero e biologiche, ma grazie a questo invio ho potuto assaggiare marmellate e confetture dai gusti più insoliti.

Ingredienti:

Procedimento:

Mettete tutti gli ingredienti (escluso la nocciolata) nel Bimby e impastate per 30 sec. a vel. 4. Raccogliete il composto e componete una palla che avvolgerete nella pellicola trasparente e metterete in frigo per circa 20 minuti.

Togliete l’impasto dal frigo e dividetelo a metà. Stendete la prima metà sopra un foglio di carta forno e disponete questa sfoglia sulla griglia. Passate il mattarello e otterrete la griglia di frolla da mettere sopra la nocciolata, ma che nel frattempo riposizionerete in frigorifero. Unite gli avanzi di frolla alla metà del vostro panetto.

Ovviamente se non avete l’attrezzo apposito potrete sempre creare la vostra griglia manualmente.

Stendere la seconda metà dell’impasto e posizionarlo nello stampo da crostata (se necessario prima ungetelo col burro e infarinatelo). Bucherellare il fondo con una forchetta e ricoprirlo con un foglio di carta forno su cui posizionerete dei ceci. Questa operazione servirà a non farlo crescere in cottura.

Cuocete per 20 minuti a 180°C, quindi estraete la base dal forno, togliete i ceci e il foglio di carta e distribuite la nocciolata che con il calore sarà ancora più malleabile. Prendere la griglia dal frigo e posizionarla sopra la nocciolata. Infornare di nuovo a 180° per altri 15-20 minuti, o comunque finchè la griglia non comincerà a colorirsi, quindi sfornare e lasciar raffreddare nello stampo.

Se lo desiderate, prima di servirla, spolverizzatela con dello zucchero a velo.