Insalata di gamberetti croccanti al torrone

Insalata di gamberetti_01

Anche quest’anno Cremona ospiterà la tradizionale festa del torrone. L’appuntamento è fissato per il 16 novembre fino al 24 e tanti sono gli eventi in programma tra cui alcuni laboratori anche per bambini e degustazioni. Molti gli espositori e la possibilità di visitare i luoghi della città solitamente chiusi al pubblico.

Quest’anno il tema che legherà tutta la manifestazione è la multimedialità, con l’intento di abbracciare non solo i golosi del mondo del dolce ma tutti quelli appassionati che utilizzano il web e le moderne tecnologie per essere costantemente al passo con i tempi. Pertanto, il programma verrà integrato con un portafoglio di iniziative e di incontri, che racconteranno il tema nelle sue diverse espressioni, nelle sue varie esperienze, legandolo alle diverse forme artistiche. Ecco perchè questa volta saranno protagonisti anche i foodblogger che Sperlari ha invitato a partecipare con una ricetta che abbia tra gli ingredienti principali il torrone. Quale invito migliore per una foodblogger, dal momento che questo ingrediente solitamente relegato al Natale insieme a  pandoro e panettoni, si presta invece alla realizzazione di ricetta tutto l’anno, sia ricette dolci che salate. E vi garantisco che una volta cominciato a sperimentare, non è più possibile fermarsi. Io per esempio non mi sono fermata alla ricetta che vi propongo quest’oggi, ma a seguire ne arriverà una seconda. Una salata e una dolce, per non far torto a nessuno. E se ancora aveste qualche dubbio, vi invito a partecipare alla festa a Cremona, dove sono sicura troverete molti spunti interessanti per degustare il vostro torrone.

La ricetta di oggi dunque è un’insalata di gamberetti con panatura al torrone. A mio avviso la panatura dolce si sposa benissimo con il sapore amarognolo della rucola che ben lo contrasta, e con il succo di limone che, oltre a sgrassare, dona anche una nota di freschezza.

Insalata di gamberetti_03

Ingredienti per un’insalata per 5 persone:

  • 300 g di gamberetti
  • 150 g di farina bianca
  • 1 uovo
  • 1 torrone Classico alla Mandorla Sperlari da 150 g
  • mezzo avocado
  • 3 cucchiai di olio EVO
  • il succo di mezzo limone
  • rucola
  • sale
  • olio di semi di arachidi q.b.

Procedimento:

Se avete scelto dei gamberetti surgelati lasciateli scongelare in frigorifero prima di cominciare la ricetta. Se necessario sgusciateli.

Se invece avete scelto gamberi freschi, sgusciateli e togliete loro il filo nero sul dorso.

Mettete in un piatto la farina, in uno sbattete l’uovo con un pizzico di sale, in un’altra ciotola mettete il torrone che avrete ridotto in polvere utilizzando un robot da cucina.

Mettere in un tegame l’olio di semi di girasole in quantitativo sufficiente affinchè una volta messi i gamberi a cuocere possano rimanere immersi.

Infarinare i gamberi nella farina, quindi passarli nell’uovo e infine nella polvere di torrone.

Friggere ogni gambero nell’olio di semi: fare molta attenzione perchè questa panatura tende a bruciarsi facilmente essendo zuccherina, quindi occorrerà davvero pochi minuti affinchè siano pronti. Quando saranno pronti, scolateli e metteteli su un foglio di carta assorbente mentre finirete di cuocere gli altri.

Lavate la rucola e disponetela in un piatto.

Lavate e sbucciate l’avocado. Tagliatelo a cubetti e mettetelo sopra la rucola. Adagiate sopra anche i gamberi.

Emulsionate l’olio di oliva extravergine con il limone e un pizzico di sale, quindi condite l’insalata pochi minuti prima di servirla a tavola.

Insalata di gamberetti_02

Tagliolini allo zafferano con scampi e fiori di zucca

Stamani in pescheria mi son trovata davanti a dei bellissimi scampi a cui non ho saputo resistere, anche per il fatto che erano diversi giorni che mi frullava in testa l’idea di una ricetta con lo zafferano e questi scampi erano il giusto complemento.

Io adoro mangiare il pesce ed i crostacei hanno anche la particolarità di non richiedere molte accortezze nella pulizia quindi si cucinano anche più volentieri!

Ho aggiunto anche qualche gamberetto giusto per avere qualche dettaglio in più nel condimento e rendere più ricco il piatto che riceve la sua nota verde dai fiori di zucca.

Quindi un piatto dai colori accesi che ben si addice alla stagione estiva: l’arancio degli scampi, il rosso dei pomodori, il verde dei fiori di zucca e ovviamente il giallo oro dello zafferano.

Ingredienti per 3 persone:

  • 250 g di tagliolini
  • 150 g di gamberetti sgusciati
  • 4-5 fiori di zucca
  • 1 bustina di zafferano in polvere
  • 6 scampi
  • 4-5 pomodorini
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • prezzemolo
  • un ciuffo di pistilli di zafferano di Sardegna Tec-Al
  • olio EVO Dante
  • peperoncino frantumato
  • sale
  • 1 spicchio di aglio

Procedimento:

Versare il contenuto di una bustina di zafferano nel bicchiere di vino e farlo sciogliere.

In una padella versare tre cucchiai di olio EVO Dante e farvi rosolare leggermente lo spicchio di aglio tritato e il peperoncino, quindi unire i gamberetti tritati grossolanamente col coltello.

Far cuocere pochi minuti quindi aggiungere i pomodorini privati dei semi e tagliati a pezzetti. Far insaporire e salare.

Unire adesso gli scampi puliti e i fiori di zucca puliti, lavati e tagliati molto grossolanamente. Far amalgamare bene i sapori, quindi sfumare con il vino bianco con lo zafferano. Far ritirare il sughetto.

Nel frattempo cuocere i tagliolini. ATTENZIONE alla cottura: basteranno davvero un paio di minuti! Quindi scolarli e versarli nella padella col condimento dove finiranno di cuocersi.

Impiattare decorando il piatto con del prezzemolo tritato e dei pistilli di zafferano di Sardegna Tec-Al.

Con questa ricetta partecipo al contest  In punta di coltello , Il mio saper fareDolci e delizie di Giusy ,Miel&ricotta:

Insalata fresca di ceci e gamberetti

Spesso, a torto, si pensa che i legumi siano legati soprattutto alla stagione invernale perchè la maggior parte delle volte vengono inclusi in minestroni e piatti piuttosto calorici. Invece i ceci si gustano benissimo e, forse ancora di più, in estate perchè sono buonissimi anche freddi e li possiamo unire a molti tipi di insalate oppure proporli sotto forma di crema. In questa mia insalata sono loro i protagonisti e non fanno solo da contorno ad altre verdure. Sono infatti l’ingrediente principale che viene esaltato attraverso il sapore che gli regalano gli altri vegetali. In più, ma non strettamente necessario, ho aggiunto qualche gamberetto sbollentato perchè si sa che il binomio cecio-crostaceo è idilliaco. Ingredienti:

Procedimento: In una ciotola mettere i ceci sgocciolati, i gamberi cotti, i pomodori a cui avrete tolto i semi e l’acqua in eccesso e che avrete tagliato a filetti, la cipolla e il sedano affettati finemente. Condire con un filo di olio EVO Dante, il sale e una spolverata di Pepe dei Piaceri Tec-Al.

Risotto rose e gamberetti

8 anni son passati da quel giorno, uno dei giorni più belli della mia vita insieme a quelli della nascita dei miei figli.

E quanta acqua ne è passata sotto i ponti: vicende piacevoli e vicende dolorose, ma, se è vero che l’amore fa girare il mondo, noi siamo sempre qua a reinventarci tutti i giorni, perché ogni giorno sia diverso dall’altro e perché ogni cosa non sia scontata e dovuta.

Ed oggi avevo voglia di festeggiare con qualcosa di speciale e di inconsueto! E’ bastato andare a “rubare” (ma sicuramente mi perdonerà) due rose alla mia vicina che ha due piante bellissime e cariche di fiori.

E poi ogni famiglia che si rispetti ha le sue usanze: noi abbiamo questi due bellissimi bicchieri che utilizziamo per brindare ad ogni anniversario.

Dedicato a Nicola

Ingredienti:

  • 200 g di riso Carnaroli
  • 2 rose (non trattate chimicamente)
  • 100 g di gamberetti (freschi o congelati)
  • 2 bicchieri di prosecco
  • 1 piccola cipolla rossa
  • prezzemolo
  • 2 cucchiaini di Brotec Fish SDL Tec-Al
  • 1 macinata di Pepe dei Piaceri Tec-Al
  • Olio EVO
  • una noce di burro

Procedimento:

Pulire i gamberetti o farli scongelare.

Lavare i petali di rose e lasciarli a bagno in acqua fredda fino al momento dell’utilizzo.

Mettere sul fuoco dell’acqua dentro ad un pentolino. Quando bolle, sciogliervi il Brotec Fish.

Tritare la cipolla finemente con il coltello e metterla in una padella antiaderente con due cucchiai di olio EVO. Farla soffriggere.

Aggiungere il riso e farlo insaporire. Sfumare con il prosecco.

Aggiungere il brodo man mano che la parte liquida viene assorbita dal riso.

A metà cottura aggiungere i gamberetti e aggiustare di sale.

Un paio di minuti prima di spegnere il fuoco unire anche i petali di rosa, spezzettandoli alcuni con le mani ed altri mettendoli interi.

Terminare la cottura e mantecare con una piccola noce di burro.

Impiattare aiutandosi con un coppapasta. Spolverizzare con il prezzemolo tritato precedentemente e con il pepe dei piaceri tritato al momento.

Polpettine di Quinoa, zucchine e gamberi

Ho scoperto la quinoa dovendo far fare per un certo periodo una dieta senza glutine a mio figlio e devo dire che è davvero buona. Assomiglia un po’ al cous-cous, sia per consistenza che per sapore e si utilizza come il riso. Ha anche gli stessi tempi di cottura. Oddio, forse non è proprio indicato prepararla come un risotto (comunque è da provare), ma sicuramente va bene lessarla e condirla.

Questa volta ho voluto sperimentare delle polpette dopo che ne avevo letto la ricetta su di un libro di ricette per celiaci (che  non trovo più). Con le dosi, dunque sono andata un po’ ad occhio, soprattutto con la farina di mais. Però sono davvero buone e, se l’ha detto anche il disappetente di casa, dovete assolutamente crederci!

 

Ingredienti:

  • 200 g di quinoa
  • 2 zucchini
  • 100 g di gamberetti surgelati
  • olio EVO
  • 50 g di parmigiano
  • farina per impanare senza glutine (benissimo quella di mais)
  • 2 uova
  • prezzemolo tritato
  • olio di semi per friggere

Preparazione:

Cuocere la quinoa: io ho preferito cuocerla nel microonde utilizzando il Cuociriso della Tupperware! Si mette la quinoa insieme a 400 cc di acqua e si cuoce nel microonde a 600W per 18 minuti.

Salare e grattugiarvi sopra le zucchine.

Lessare in acqua per pochi minuti i gamberetti. Scolarli e unirli alla quinoa insieme al prezzemolo.

Aggiungere anche il parmigiano e le uova sbattute. Mescolare bene.

Aggiungere anche la farina di mais, quanto basta per rendere il composto lavorabile.

Formare le polpette e rotolarle nella farina di mais.

Friggere in abbondante olio di semi bollente.

Croissant di Mattia Poggi per Tupperware

Ebbene si! Da quando Mattia Poggi è diventato il nuovo testimonial di Tupperware Italia, non si può fare a meno di copiare le sue ricette, soprattutto se si conosce la qualità dei prodotti Tupperware.

I croissant fatti col meraviglioso Croissant Party io ve li ho propinati ormai in tutte le salse, dolci e salate, però a questo accostamento terra mare non ci avrei mai pensato e, a onor del vero, devo dire che sono i migliori che abbia mai mangiato.

Questo attrezzo diventerà indispensabile nella vostra cucina dopo che lo avrete provato e potrete utilizzarlo da ambedue i lati: quello per croissant grandi (e otterrete 8 croissant) o quello per croissant piccoli (e ne otterrete 16). Potrete utilizzarlo anche per ottenere degli spicchi di pizza dal vostro impasto lievitato oppure con la pasta phillo o ancora con il pane da tramezzini.

CROISSANT GAMBERETTI E SPECK 

Ingredienti: 

  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 8 gamberetti decongelati
  • 8 fette di speck
  • due cucchiai di pangrattato
  • una manciata di prezzemolo tritato
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 uovo o del latte
  • 1 manciata di semi di sesamo

Procedimento: 

Srotolare la pasta sfoglia e posizionarla sul Croissant Party dalla parte dei croissant grandi. Passare leggermente il matterello sopra la sfoglia in modo da tagliare i nostri triangoli di pasta.

In un recipiente mettere il pangrattato insieme all’aglio e al prezzemolo tritati e ai gamberetti. Mescolare bene il tutto aggiungendo anche un pizzico di sale.

Arrotolare ogni gambero con una fetta di speck e posizionarlo sulla base di ogni triangolo. Arrotolare.

Posizionare ogni triangolo sul foglio in silicone Tupperware appoggiato su di una teglia da forno. Spennellare i triangoli con l’uovo sbattuto o con del latte e cospargerli con i semi di sesamo.

Infornare a 200°C fintanto che non si saranno coloriti.

Farli raffreddare leggermente e servirli su di un letto di insalata.

Con questa ricetta partecipo al contest di Cucchiaio e Pentolone:

al contest di Peccato di Gola:

e al contest di Mary in cucina:

Cremina di borlotti e ceci con gamberetti

 

Oggi, primo giorno di primavera (e il tempo ci conferma proprio il suo arrivo con questo bellissimo sole) vi propongo una ricetta che ha ben poco a che fare col bel tempo, ma che si degusta meglio in giornate piovose… Beh che dire: segnatevela per quando il tempo lo consentirà!

Negli ultimi anni l’abbinamento crostacei-legumi si è fatto sempre più strada nelle nostre tavole e devo dire che lo trovo davvero azzeccato: il sapore del mare abbinato a quello della terra! Fantastico!

Dopo un po’ di tempo che avevo in mente di fare questa crema finalmente sono riuscita a programmarla e ho scelto di abbinare ai ceci i fagioli borlotti. Il risultato a mio parere è ottimo! Oltretutto io non sono un’amante dei fagioli, ma devo dire che accostati ai ceci anche loro vengono apprezzati dal mio palato.

E poi è stata l’occasione giusta per mettere sul fuoco la legumiera di vetro che mi hanno regalato per le mie nozze, ormai ben 8 anni fa! Devo dire che fa il suo bell’effetto veder bollire i legumi fino a raggiungere la cottura ottimale davanti ai tuoi occhi e senza dover aprire il coperchio!

Ingredienti: 

  • 100 g di fagioli borlotti
  • 100 g di ceci
  • mezza cipolla
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 rametto di rosmarino
  • 150 g di gamberetti surgelati
  • olio EVO
  • sale

Procedimento: 

La sera prima mettere a bagno i legumi.

Riempire una pentola per metà di acqua e mettervi a cuocere i legumi insieme alla cipolla, l’aglio e il rosmarino. Considerare circa 40 minuti di cottura dal momento che l’acqua comincia a bollire.

Con un frullatore ad immersione (io ho utilizzato invece il Bimby) ridurre  i legumi ad una purea e, se troppo densa, aggiungere un po’ di acqua calda. Salare e continuare a cuocere per altri cinque minuti.

Dopo aver fatto scongelare i gamberetti immergerli per tre minuti in un pentolino pieno di acqua bollente salata.

Scolare i gamberetti e dividerli in due cocotte. Versarvi sopra la crema e servire con un filo d’olio a crudo.