Silvia salad piccantina

Silvia salad_02

Il tanto atteso caldo è arrivato… In altre occasioni avrei aggiunto un bel “finalmente”, ma quest’anno mi sono resa conto a mie spese che per chi deve lavorare quest’afa non è proprio il massimo della goduria!

In casa le finestre sono tutte chiuse per cercare di chiudere fuori il caldo e l’idea di accendere il forno mi sconvolge.

Dove lavoro le insalate vanno alla grande e ce ne sono per tutti i gusti, ma a casa una delle mie preferite è quella che vi propongo oggi cogliendo l’occasione per partecipare all’Mtc di giugno proposto da Leo, una new entry dell’Mtc (n’artro marito per intenderci!) che ha pensato bene di tenerci leggeri per affrontare la tanto odiata prova costume.

Quindi, dalla famosa Ceasar Salad nella rivisitazione di Julia Child, alla versione di Leo con il pollo fino alla mia, che in realtà si discosta solo in parte da quella di Leo.

Devo essere sincera, il tempo qua stringe sempre più e certe volte è difficile riuscire anche a fare la spesa, perciò la mia insalata nasce da “quel che c’è in frigo”, in dispensa le olive non mancano mai e questa è una buona occasione per utilizzare quel buon pane cotto a legna (sciapo per noi toscani) che se rimane ancora un po’ nel contenitore del pane diventerà oggetto di studio per qualche paleontologo.

Silvia salad_01Ingredienti per due persone:

  • 200 g di insalatine (lattughino, songino, spinacino, tutto “ino” insomma)
  • 2 fette di pane
  • 2 fette di petto di pollo
  • 3 pomodori San Marzano
  • 1 cetriolo
  • una manciata di olive in salamoia
  • 2 cucchiai di succo di limone Polenghi
  • olio aromatizzato (io lo autoproduco mettendo del rosmarino, uno spicchio di aglio tritato, peperoncino frantumato, scorze di limone nell’oliera con dell’ottimo olio EVO)
  • 50 g di emmental
  • sale dell’Himalaya Tec-Al

Procedimento:

Tagliare il pane a cubetti. In una padella antiaderente versare due cucchiai di olio aromatizzato e quando è caldo unire i cubetti di pane. Farli arrostire e salarli con il sale dell’Himalaya.

Lavare le insalatine, il cetriolo e i pomodori.

Sbucciare il cetriolo e affettarlo.

Sulla griglia cuocere il petto di pollo, salarlo. Quando è cotto affettarlo.

Tagliare anche il formaggio a cubetti.

Assemblare l’insalata in una capiente insalatiera: mettere  le insalatine, le olive sgocciolate, i pomodori precedentemente tagliati, il cetriolo, il pollo e il pane.

In un piatto preparare una citronette con il succo di limone, l’olio e il sale e sbatterlo fino a quando si formerà una cremina che andrà versata nell’insalata.

Silvia salad_03

Con questa ricetta partecipo all’Mtchallenge di giugno:

ob_7badf7_caesarsalad-mtc-banner-ok

Insalata messicana

Si dice Messico, si dice fagioli! Io non li amo molto ma, mescolati a questa insalatina sono una vera bontà!

Il mais e il jalapeno, inisme ai fagioli appunto, sono gli alimenti che caratterizzano di più la cucina messicana.

Secondo la cultura Maya infatti l’uomo è stato creato una pallina di acqua e mais modellata dagli dèi, per questo per i Maya il mais è un alimento sacro.

Ingredienti:

  • insalatina da taglio
  • una lattina di mais
  • 10 cialde di Grok croccante gusto deciso
  • 2 jalapeno in salamoia
  • 150 g di fagioli tabaccara e fagioli neri
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 spicchio di aglio
  • 80 g di prosciutto cotto tagliato a striscioline
  • olio EVO
  • sale

Procedimento:

La sera prima ho messo i fagioli a bagno e la mattina li ho fatti cuocere nella legumiera di vetro con acqua rosmarino e aglio per circa 30 minuti dal momento del bollore. Quindi li ho scolati.

Ho lavato l’insalata e tagliato le foglie più grosse in striscioline.

In una capiente insalatiera ho messo l’insalata, i fagioli raffreddati, il mais sgocciolato, i jalapeno tritati con il coltello, il prosciutto cotto. Ho condito con sale e olio (eviterei l’aceto per questa insalata) e vi ho sbriciolato sopra il Grok croccante dal gusto deciso.

Insalatina per mettersi un po’ a regime

Ebbene si! E’ giunto anche qua il momento di riguardare un po’ la dieta altrimenti col cavolo che ci metteremo il costume!

E così oggi, pur non essendo una grande amante di insalate (soprattutto se devo lavarle), mi sono dovuta piegare! Beh, per la verità dentro ci ho messo di tutto di più e alla fine ne è venuta fuori una cosa davvero saporita!

Insomma, se pò fà!!!

Ingredienti:

  • Insalata mista (songino, valeriana, radicchio…)
  • ravanelli
  • alici in salsa piccante Rizzoli
  • feta
  • noci
  • pane cubettato o crostini pronti
  • olio
  • sale
  • aceto

Procedimento:

Se non avete insalata già pronta e lavata, procedete come di consueto per lavarla.

In una padella mettete un cucchiaio di olio EVO, scaldatelo e mettetevi il pane a rosolare finchè non diventa croccante.

Per le insalate non ho indicato le quantità perchè sono a gusto di ognuno.

Mettete tutti gli ingredienti in una bella scodella (io ho utilizzato quella Fantasia della Tupperware) e condite all’ultimo momento con olio, sale e aceto.

 

Tartare di tonno agli agrumi

ATTENZIONE! ATTENZIONE! Ricetta altamente afrodisiaca: potrebbe dare degli effetti indesiderati…. o forse desiderati!

Io adoro il pesce, ma spesso evito di cucinarlo perchè mio marito ha un’avversione nei confronti di tutte le lische: se c’è una piccola spina dovete sapere che finisce nel suo piatto e immancabilmente nella sua gola! E allora che fare? L’unica soluzione è ripiegare su pesci senza lische come appunto il tonno o il pesce spada.

Questa è stata davvero indovinata: appaga solo a guardarla!

Ingredienti (rigorosamente per due persone):

  • 200 g di filetto di tonno fresco
  • 1 carota
  • 1 mazzetto di rucola o insalatina
  • mezzo finocchio
  • 1 pezzetto di peperone giallo
  • 1 arancia spremuta
  • mezzo limone
  • sale
  • pepe
  • zucchero
  • salsa di soia
  • olio EVO
  • 1 fragola
  • 1 pompelmo rosa

Procedimento:

Tagliare il tonno a dadini con un coltello affilatissimo. Metterlo in una ciotola e condirlo con salsa di soia, arancia spremuta, limone, fragola tagliata a piccolissimi pezzi, un pizzico di sale, di pepe e uno di zucchero e infine due cucchiai di olio. Mescolare bene.

Foderare due coppapasta con della pellicola trasparente e inserirvi il tonno pressandolo delicatamente. Lasciar riposare in frigo per qualche ora, ma toglierla in tempo perchè non sia fredda al momento di servirla.

Tagliare finemente l’insalata e ridurre il finocchio a julienne. Condire con olio e sale.

Tagliare due fette di pompelmo e adagiarne una su ogni piatto da portata. Rovesciarvi sopra la tartare e guarnire il piatto con l’insalata e con un filo di olio.