Insalatina di carciofi

Mi è capitato di stare a tavola con delle persone che mi hanno guardato quasi inorridite vedendomi mangiare i carciofi crudi. Da questo ho capito che non è usanza di tutte le parti d’Italia. Qua invece è molto caratteristico ed è tradizione farlo anche per i pic nic di pasquetta e del 1° maggio.

I più li mangiano immergendoli in un pinzimonio di olio, sale e pepe. Io preferisco mangiarli nel seguente modo, perchè trovo che si accompagnino benissimo con prosciutto crudo e formaggio.

Ingredienti:

  • 3 carciofi
  • 1 fetta di prosciutto toscano tagliata piuttosto spessa
  • scaglie di pecorino stagionato
  • limone
  • olio
  • sale

Procedimento: 

Pulire i carciofi fino ad arrivare al cuore (utilizzare dei guanti per evitare di macchiarsi le dita), tagliarli a metà, togliere l’eventuale fieno e immergerli in una bacinella dove avremo messo dell’acqua con mezzo limone strizzato e del ghiaccio (per evitare che i carciofi anneriscano).

Quando avremo finito di pulire tutti i nostri carciofi, strizzarli uno ad uno per togliere l’acqua in eccesso e tagliarli a fettine molto sottili.

Metterli in un’insalatiera e condirli con una vinaigrette di olio, sale e limone.

Aggiungere il prosciutto tagliato a listarelle e le scaglie di pecorino.

Può essere degustata da sola o in abbinamente a un’insalatina da taglio.

Con questa ricetta partecipo al contest di Cuoco Personale:

 

e al contest di Archcook:

 

Muffin ripieni di emmental e prosciutto

Ebbene si: è già l’ora di pensare al Natale, o meglio, al menù di Natale! Lo scorso anno è stato davvero un tour de force con 14 persone da mettere a tavola per il cenone, 18 per il pranzo e altre 16 per Santo Stefano. Ma la soddisfazione è stata tanta, soprattutto perchè, insieme alla Pasqua, è l’unica occasione che abbiamo di riunire la mia famiglia e quella di mio marito. E per me Natale è Casa. Bellissimo quando i bambini si alzano la mattina di Natale e corrono verso l’albero per cercare i loro regali tra decine di pacchi e pacchetti colorati e lucidi. E che dire dei rituali? Noi abbiamo l’usanza di far scrivere una lettera dai bambini per Babbo Natale, anche quelli che ormai non ci credono più devono farlo. E insieme alla lettera lasciamo sul tavolo un piccolo spuntino a quel pover’uomo che tanta strada deve fare in una notte. Ma la parte divertente è rispondere (ovviamente a nome di Babbo Natale) alle loro letterine. Quante risate! Per me sono ricordi indelebili!

Comunque sia, per quest’anno dobbiamo ancora decidere il programma, ma comincio a portarmi avanti, tanto qualcosa faccio comunque!!!

Cominciamo dunque con questo antipasto o stuzzichino!

Ingredienti:

  • 3 uova
  • 25o g di farina
  • parmigiano grattugiato
  • un bicchiere di latte
  • 1 bustina di lievito per torte salate
  • sale
  • olio EVO
  • 1 fetta di emmental
  • 80 g di prosciutto crudo

Procedimento:

Tagliare l’emmental a dadini e tritare il prosciutto col coltello. Mescolare e mettere da parte.

Sbattere le uova insieme al latte. Aggiungere il parmigiano, il sale e l’olio e continuare a sbattere. Unire a questo punto la farina mescolata al lievito.

Imburrare e infarinare degli stampini oppure usare degli stampini in silicone. Riempirli per un quarto. Distribuire al centro un cucchiaio di emmental e prosciutto. Ricoprire con altro impasto fino a due cm dal bordo.

Cuocere a 180°C per 20-30 minuti.