Crumble con gli zucchini

E finalmente ieri sera sono riuscita a preparare questo piatto che era un po’ che mi faceva l’occhiolino dal blog Alterkitchen della mia amica Giulia, la cui amicizia è nata da un’altra passione: quella per i libri, in particolare per i gialli, thriller e quant’altro, ma poi abbiamo scoperto di avere anche quest’altra cosa in comune e allora… eccoci qua!

Gli zucchini! Uno dei miei vegetali preferiti e che trovo che si prestino per una miriade di ricette. Ieri appunto le ho utilizzate in questo modo insolito, insolito soprattutto per un crumble essere salato, ma l’idea è davvero geniale!

Ingredienti:

  • 500 gr di zucchine
  • 150 g di feta
  • qualche fogliolina di menta
  • sale
  • olio EVO
  • 1 cucchiaio di semola
  • 150 g di farina 00
  • 80 g di burro
  • peperoncino

Preparazione:

La prima cosa da fare dopo aver lavato e spuntato le zucchine, è quella ingrata di grattugiarli. Fortuna che esistono degli attrezzi in grado di farci risparmiare tempo!

E così, col mio Saladino, in men che non si dica, le mie zucchine erano pronte per essere condite. Prima ho messo il cucchiaio di semola che serve per assorbire l’acqua di vegetazione e ho mescolato bene, poi  ho messo un po’ di sale, un po’ di olio, la menta tritata e la feta precedentemente schiacciata. Ho mescolato ancora e questo è il risultato:


Ho messo nella teglia precedentemente unta con un po’ di olio:

Adesso facciamo il crumble mettendo in un recipiente la farina con un po’ di sale, di peperoncino e il burro tagliato a tocchetti. Ho cominciato a lavorare il tutto con le punte delle dita in modo da formare delle briciole. Quando il risultato mi è sembrato ottimale l’ho versato sulle zucchine e l’ho livellato.

Adesso non rimane che infornare: a 180° C per 30 minuti. Io ho optato per la funzione ventilata per far in modo che asciugasse bene il sopra e verso la fine della cottura ho acceso anche un po’ il grill per fargli prendere un po’ di colore. Ma in questo ognuno deve regolarsi col proprio forno.

E’ pronto!

Come con tutte le preparazioni col burro, meglio lasciar raffreddare un pochino e poi si può servire:


Rotolini farciti al radicchio

 

500 g di radicchio
350 g di ricotta
200 g di farina 00
100 g di taleggio
50 g di semola di grano duro
2 uova
1 tuorlo
Parmigiano
cipolla
olio E.V.O.
sale
besciamella
Procedimento:

Pulire il radicchio, lavare e tagliuzzare finemente. Farlo appassire in una padella con un filo di olio e un cucchiaio di cipolla tritata. Salare. Togliere dal fuoco e unire il taleggio tagliato a dadini. Mescolare fino a quando non si sarà sciolto. Aggiungere un paio di cucchiai di parmigiano tritato e far riposare. Quando si sarà raffreddato aggiungere la ricotta, aggiustare di sale e mettere in frigorifero per almeno 30 minuti.
Lavorare la farina e la semola con le 2 uova e un pizzico di sale. Avvolgere l’impasto in una pellicola trasparente e mettere anch’esso in frigo a riposare per una mezz’ora. Trascorso questo tempo, tirare l’impasto ottenendo una sottilissima striscia, dividerla in due parti e sbollentarla per 4 minuti in acqua bollente salata e a cui ci sarà stato versato anche un cucchiaio di olio. Scolarla e asciugarla su un canovaccio. Stenderla quindi su un foglio di carta da forno, sovrapponendo leggermente le due strisce e ottenendo così un rettangolo di cm 30×25 circa. Spolverizzare di parmigiano e distribuirvi il composto di radicchio al quale sarà stato aggiunto all’ultimo momento il tuorlo. Aiutandosi con la carta da forno, arrotolare la pasta e richiudere a caramella con la carta stessa. Avvolgere la caramella anche in un foglio di carta trasparente e cuocere a vapore per 8 minuti circa. Scolare e far raffreddare. Riporre in frigo per almeno un’ora, quindi si può affettare e disporre le rondelle su di una teglia da forno ricoperta di carta oleata. Versarvi sopra la besciamella o anche soltanto spolverizzarli col parmigiano ed un ricciolo di burro.
Cottura:

Passarli al grill fino a che non si saranno dorati in superficie.
Consigli e commenti:

Una volta affettato il rotolo, è possibile congelare le rondelle. Quando serviranno, sarà sufficiente tirarle fuori dal frigo un quarto d’ora prima di cuocerle e procedere alla cottura come descritto sopra.