Tartare di asparagi

Oggi vi presento una ricetta spudoratamente copiata da un altro blog, quello di Virginie’s blog che seguo sempre con grande piacere.

Questo piatto mi è subito saltato agli occhi e, appena letto gli ingredienti, mi è venuta la voglia di provarlo.

Adoro gli asparagi (soprattutto quelli selvatici per la verità) e l’incontro tra questo ingrediente, le uova e la senape mi ha fatto venire una gran voglia di provarla immediatamente.

Avevo la fortuna di avere in frigo un bel mazzo di asparagi (verdi, a differenza di quanto indicato dalla ricetta di Virginie) e avere un barattolo iniziato di senape. Non la classica senape, ma una senape definita “all’antica”, con semi interi di senape, buonissima e biologica. I capperi ci sono sempre in dispensa, e di sicuro non mi mancano le uova!

Ingredienti:

  • 1 mazzo di asparagi
  • 2 uova sode
  • 1 cucchiaio di senape all’antica
  • 4 cucchiai di olio EVO
  • 1 cucchiaio di aceto bianco
  • 1 manciata di capperi sotto sale
  • 1 nanciata di prezzemolo tritato
  • sale

Procedimento:

Pulire e lavare gli asparagi. Lessarli in una pentola (possibilmente che possa contenerli sdraiati) piena di acqua salata.

Lessare anche le uova. Separare i tuorli dagli albumi. Tritara questi ultimi con un coltello.

In un recipiente sbattere la senape con l’olio e l’aceto finchè non si saranno ben amalgamati, quindi unire i capperi (lavati sotto l’acqua e tritati con il coltello), gli albumi e i tuorli passandoli al setaccio.

Tagliare gli asparagi a rondelle (mettendo da parte le punte che serviranno per la guarnizione del piatto), condirli con pochissimo olio e sale e metterli dentro ad un coppapasta appoggiato sul piatto da portata.

Distribuire sulla superficie il nostro condimento alla senape e porre in frigo per un’oretta, quindi togliere il coppapasta e decorare il piatto con le punte di asparagi.

Con questa ricetta partecipo al contest di Nella Cucina di Laura: