Arrosto di tacchino con patate

Un classico che mi risolve tante serate! Quelle in cui torno tardi a casa dopo aver portato i bimbi a hip-hop, pattinaggio, tennis e quant’altro!

Voglia e, soprattutto, tempo di cucinare a quell’ora non ce n’è ma, dopo tanta attività sportiva, la fame si fa sentire e i “Quando è pronto?” non si contano! Così cerco sempre questi escamotage organizzando per tempo piatti che poi si possano semplicemente riscaldare.

E la praticità sta anche nel fatto che è possibile congelare queste fette con il loro sughino (ideale a tale scopo i contenitori Tupperware) e averle pronte in qualsiasi momento.

E poi è carne bianca e io posso mangiarne a volontà senza grossi problemi per la linea, anche se…. ma non ditelo a nessuno… il bello dell’arrosto è pucciare il pane nel sughino e questo la dieta non lo prevede.

Allora, anche per preparare questo piatto, ognuno ha la sua teoria e il suo modo di procedere. Io ho il mio e ve lo racconto!

 Ingredienti:

  • 1 kg circa di carne di tacchino
  • aromi per arrosto
  • olio EVO
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • 2 spicchi di aglio
  • rosmarino
  • 4 patate medie

Procedimento:

Legare la carne, salarla bene e condirla con le spezie per arrosti.

Mettere due cucchiai di olio in un tegame in acciaio inossidabile con fondo spesso e mettere sul fuoco. Quando l’olio sarà caldo adagiarvi sopra la carne e farla rosolare bene da tutti i lati. Sfumare col vino bianco.

Nel frattempo avrete preriscaldato il forno a 180°C.

Togliere dunque la carne dal tegame e adagiarla in una teglia da forno. Io ho utilizzato l’Ultrapro della Tupperware con coperchio che mi permette di ridurre i tempi di cottura anche di 10-15 minuti e evita che mi si schizzi il forno di olio.

Aggiungere ancora tre cucchiai di olio (considerate che il pezzo è piuttosto grande e che quindi una porzione contempla molto meno di un cucchiaio di olio) e infornate. Io ho cotto per 30 minuti, ma se non avete l’Ultrapro considerate anche 40-45 minuti: infatti è carne bianca e non rossa (quest’ultima può anche essere consumata al sangue).

Togliete quindi dal forno e adagiate la carne in un piatto o su un tagliere, ma aspettate a tagliare fintanto che non si sia raffreddata altrimenti si disferà!

Quando si sarà freddata procedete a sbucciare le patate, lavarle e tagliarle a cubetti. Mettere sul fuoco una padella con due cucchiai di olio, uno spicchio di aglio e un rametto di rosmarino e cuocere le patate a fuoco medio alto. Salare.

Nel frattempo tagliate il filo alla carne e affettate adagiando le fette su di un piatto.

Scaldate il sughino sul fuoco e distribuitelo sulla carne.

Con questa ricetta partecipo al contest di Vaniglia, Zenzero e Cannella:

 

al contest di Mani Amore e Fantasia:

 

e al contest di Le Padelle fan Fracasso:

 

Scaloppine di tacchino alla crema di funghi

Ecco che finalmente oggi si respira un po’: l’afa ci ha abbandonato, il cielo si è fatto nuvoloso e minaccia di piovere, quindi cosa c’è di meglio di un bel piatto autunnale per dare il benvenuto alla stagione che tra pochi giorni inizierà ufficialmente?

Bisogna ammettere che il tacchino e il petto di pollo si prestano ad un sacco di preparazioni, anche tra le più veloci, ed è proprio questo che ho in mente di proporvi oggi.


Ingredienti:

  • 4 fette di tacchino
  • 200 g di funghi (anche congelati)
  • un bicchiere di latte
  • due cucchiai rasi di farina
  • 1 scalogno
  • olio EVO
  • prezzemolo
  • sale q.b.
  • mezzo bicchiere di vino bianco per sfumare

 

Procedimento:

Innanzitutto bisogna cuocere i funghi. Si fa mettendo a soffriggere lo scalogno e il prezzemolo tritati in una padella con poco olio, si aggiungono quindi i funghi debitamente puliti, lavati e tagliati in piccoli pezzi. Si lasciano insaporire qualche minuto, quindi si sala e si sfuma con del vino bianco. Si lascia cuocere una ventina di minuti, aggiungendo al bisogno un po’ di acqua calda in modo che alla fine risulti una salsa piuttosto lenta.

Si mette da parte, quindi si procede a cuocere le fette di tacchino. Io le cuocio senza olio inizialmente, mettendolo a rosolare leggermente in una padella scaldata precedentemente (attenzione che sia antiaderente), a questo punto posso aggiungere l’olio e salare. In un bicchiere sciolgo la farina in poco latte facendo attenzione a non formare  grumi, quindi aggiungo il restante latte e mescolo. Rovescio questo liquido sui petti di pollo che ormai avranno raggiunto la cottura e lascio ritirare la cremina.

Per ultimo unisco i funghi e mescolo bene.

Il piatto è pronto per essere mangiato!