Torta salata, ma non troppo! Una rivisitazione dell’insalata di arancia

Sono strafelice! Lunedì mi è finalmente arrivata la tanto attesa scatola della Ballarini iLoveCookingCrostata che avevo vinto per aver partecipato al contest di Stasera si cena da noi: “Autori in pentola”.

Ovviamente non era possibile resistere senza provarla! Mi sono subito buttata su una classicissima crostata utilizzando la marmellata Rigoni di Asiago presente nella confezione e poi ho voluto buttarmi su qualcosa di più insolito. Era un’idea che già mi frullava nella testa da diverso tempo e dovevo solo aspettare l’occasione giusta per metterla in pratica!

Ebbene, l’occasione è arrivata proprio grazie a Rigoni di Asiago e al suo contest:

In questi giorni di freddo io pensavo alla bella Sicilia e al suo caldo e l’associazione è stata immediata: Sicilia-insalata di arance.

E così la mia testolina ha cominciato a pensare a come trasformare questo piatto prelibato in una torta salata.

Provatela e non ne rimarrete delusi!

Ingredienti:

Procedimento: 

Emulsionare l’olio col vino bianco a mano o in un robot da cucina. Aggiungere la farina e il sale e impastare.

Stendere l’impasto formando un cerchio delle dimensioni dello stampo da crostata più il bordo e inserirvelo dentro (la bellezza dello stampo Ballarini sta nel fatto che non occorre imburrare nè utilizzare carta da forno!).

Bucherellare  la base con una forchetta e ricoprirla con della carta forno. Adagiarvi sopra dei ceci. Questa operazione serve per evitare che gonfi troppo.

Infornare a 180° per 30 minuti (dopo i 20 minuti togliere la carta e i ceci).

Una volta che si sarà raffreddata, posizionarla su di un piatto da portata e distribuirvi all’interno la marmellata di Arance amare.

 

Lavare i finocchi dopo averli divisi in quattro spicchi, quindi ridurli a julienne. Per fare questa operazione io ho utilizzato il mitico Affettatutto Fantasia della Tupperware.

 

Mettere in una ciotola e condire con succo di arancia, olio, sale. Unire anche i filetti delle acciughe dissalati e tagliati con il coltello e le olive.

Distribuire questa insalata sopra la marmellata. Et voilà…

il piatto è pronto!

Con questa ricetta partecipo anche al contest di  Cuoco Personale:

 

E alla raccolta di Poveri ma Belli e Buoni:

Annunci

20 pensieri su “Torta salata, ma non troppo! Una rivisitazione dell’insalata di arancia

  1. ma lo sai che è un’idea strepitosa? mi divertono moltissimo queste rivisitazioni, questa è spiritosa ed intelligente!
    complimenti e grazie, la metto volentieri nella raccolta
    A presto
    cris

    Mi piace

    • Federica, era davvero buona, ma vi dico la verità: l’ho assaggiata solo io perchè ho fatto un disastro, infatti mi è scivolato il piatto di mano poco prima di portarla in tavola e si è sfracellata in terra!!! Me tapina!

      Mi piace

  2. Mi piace tanto… io lo dico sempre che la base della ns cucina arriva dalla tradizione e dalla volontà di saperla adattare sempre… Complimenti

    Mi piace

  3. Pingback: Silvia Iacoponi del blog “paneepomodoro”, vince il secondo contest RdA: “Una torta salata, ma non troppo” | Rigoni di Asiago

I tuoi commenti e i tuoi consigli sono sempre ben accetti e utili per migliorarmi:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...