Salame del re

Salame del re_03Da quando sono tornata a stare con mia madre la sfida è quella di domare il forno e per il momento lo ammetto, sta vincendo lui: la pizza non ne vuol saper di cuocere, i biscotti mi si bruciano e le torte sono crude al centro! Per non parlare di quando mi è rimasto dentro al forno un aggeggio di plastica che fondendosi ha regalato un aroma non proprio piacevole alla torta di mele! Un flop dopo l’altro insomma! Finalmente oggi però è stato benevolo e sono riuscita a cuocere uno dei dolci che fanno parte della mia infanzia, un confort food che preparavo sempre da piccola con la mia mamma (a quel tempo il forno era a gas e accanto avevamo una bellissima stufa a legna). La mia mamma, come questo dolce, ha origini umbre e proprio come lei il salame del re ha trovato casa in Toscana dove ha assunto nomi diversi, ma sempre quello è. Per la verità, ci sono versioni che prevedono, oltre allo strato di crema al cioccolato, anche uno strato di crema all’uovo. Io preferisco questa con solo cioccolato proprio perchè è quella che preparavamo sempre e oggi, riproducendo questo salame, voglio rendere grazie a mamma per quello che sta facendo in questo periodo per noi, ospitandoci a casa.

Salame del re_02

Ingredienti:

per il biscotto:

  • 4 uova
  • 120 g di zucchero
  • 200 g di farina 00
  • mezzo bicchierino di brandy
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 bicchiere di Alchermes

Per la crema al cioccolato:

  • 80 g di cacao amaro in polvere
  • 60 g di farina 00
  • 80 g di zucchero semolato
  • 450 g di latte

Per la guarnizione:

  • Zucchero a velo a piacere

Procedimento:

In un pentolino mescolare il cacao amaro con gli 80 g d zucchero e gli 60 g di farina, cercando di rompere tutti i grumi. Aggiungere poco latte e mescolare ancora, quindi, quando si sarà formata una crema omogenea e senza grumi, unire il restante latte e accendere il fuoco. Cuocere continuando a mescolare fintanto che la crema non si sarà addensata (circa due minuti dall’inizio del bollore). Quindi spegnere e lasciar raffreddare.

In una terrina montare gli albumi a neve. Sbattere invece i tuorli in un’altra terrina con lo zucchero e il brandy fino a che non saranno diventati spumosi, quindi unire la farina mescolata al lievito e continuare a sbattere con una frusta. Aggiungere infine gli albumi mescolando con una spatola dal basso verso l’alto con delicatezza.

Ricoprire una teglia quadrata (io ne utilizzo una 26×37 cm) con carta forno e versarvi sopra il composto. Cuocere in forno a 180° per 15 minuti.

Bagnare un canovaccio e stenderlo sul tavolo, rovesciarvi sopra il biscotto di pan di spagna ancora caldo e togliendo la carta forno.

Bagnare con l’Alchermes su tutta la superficie, quindi distribuire sopra la crema di cioccolato e arrotolare il biscotto su se stesso partendo dalla parte più stretta e aiutandosi con il canovaccio. Mettere in un piatto e spolverizzare a piacere con zucchero a velo.

Salame del re_01

Annunci

Baguette cacao e uvetta

Non guardo molto la televisione, anzi, per quanto mi riguarda, potremmo eliminarla direttamente perchè quando sono sola in casa mi piace ascoltare il silenzio per riposare le mie stanche orecchie dal rumore che fanno i miei scalmanati ometti. Quando invece c’è tutta la truppa, non sono certo io a detenere il potere sul telecomando…

Certo è che quelle poche volte che accendo la televisione per rilassarmi un po’ vado subito alla ricerca di trasmissioni (indovinate indovinate) di cucina. Non avendo più Sky però sono poco aggiornata sui nuovi volti che sono protagonisti di canali come Alice e Gambero Rosso.

Fortuna che in mio soccorso c’è internet con facebook, i siti dei canali nominati e le loro riviste patinate. Ecco dunque come ho conosciuto Sara Papa e perchè non ho potuto fare a meno di acquistare due dei suoi libri, dove è spiegata dettagliatamente ogni tecnica di panificazione. Ho letto l’introduzione di entrambi i libri e devo dire che mi hanno insegnato molto, anche a capire i miei errori con Gelsomino, il mio lievito madre.

Ora Gelsomino mi sta dando delle immense soddisfazioni, una delle quali è quella che vi propongo oggi, un pane insolito da abbinare ad alimenti dolci ma anche salati. Il cacao lo rende ovviamente un po’ amaro e l’uvetta contrasta bene con questo sapore.

 

Ingredienti:

  • 150 g di pasta madre
  • 350 g di acqua a 22-23°C
  • 600 g di farina tipo 1
  • 30 g di cacao
  • 30 g di burro morbido
  • 50 g di uvetta
  • 1 pizzico di sale

Procedimento:

Sciogliere il lievito nell’acqua. Di solito quando impasto il pane io utilizzo la macchina del pane, ma voi potrete ovviamente fare direttamente a mano o con la planetaria, l’importante è inserire gli ingredienti nell’ordine giusto.

Quindi mescolare la farina con il cacao e setacciarli. Aggiungere il lievito sciolto nell’acqua e cominciare ad impastare. Dopo un paio di minuti, incorporare anche il burro, aggiungere poi il sale e l’uvetta.

Una volta impastato bene il tutto, formare un panetto e metterlo a lievitare in una ciotola unta di olio lievemente e coprire con della pellicola trasparente fino al raddoppio.

Formare adesso le baguette, posizionarle su una placca ricoperta di carta forno e praticare delle incisioni traversalmente. Far lievitare ancora un’ora coperte da un canovaccio.

Con questa dose io ho ottenuto tre baguette delle stesse dimensioni che hanno cotto in forno a 180°C per 30 minuti. Se vorrete ottenerne di più e più piccole riducete il tempo di cottura. Viceversa se vorrete ottenerne una o due aumentate leggermente il tempo di cottura!

Torta al Vino Rosso

Ecco una torta un po’ diversa dalle solite ma facilissima da preparare. Ottima anche la variante sostituendo il vino con del buon caffè! Provatela e poi mi saprete dire!

Ingredienti:
4 uova
150 gr. Farina
300 gr. Zucchero
60 gr. Cacao amaro
200 gr. Burro
100 gr. Vino rosso
1 bustina lievito

Procedimento:      
Mettere nel boccale il burro, lo zucchero, il cacao ed il vino rosso: 7 min. 50° vel. 3. Tenere da parte un misurino e mezzo di questa crema ed aggiungere (nel boccale) farina e uova: 1 min. vel.5; aggiungere il lievito: 20 sec. vel 5. Imburrare ed infarinare una tortiera (cm. 30 di diametro circa) , versarvi il composto ed infornare per 30 minuti circa a 160°. Sfornare la torta, far raffreddare e siringare con la crema al vino messa precedentemente da parte.

Procedimento senza Bimby:

Sciogliere il burro in un pentolino, con la fiamma bassa aggiungere lo zucchero, il cacao e il vino rosso continuando a mescolare. Cuocere circa 5 minuti dal momento dell’ebollizione. Tenere da parte mezza siringa da dolci di questa crema e versare il rimanente in un recipiente. Unirvi la farina e le uova e frullare. Aggiungere il lievito.

Imburrare ed infarinare una tortiera (cm. 30 di diametro circa) , versarvi il composto ed infornare per 30 minuti circa a 160°. Sfornare la torta, far raffreddare e siringare con la crema al vino messa precedentemente da parte.

Con questa ricetta partecipo al contest di Per un Pugno di Capperi:

Muffins con cioccolato e banana

Come preannunciato, oggi puntuale è arrivata la neve. Per noi che abitiamo al mare è un evento piuttosto raro, ma sono già due anni consecutivi che si presenta e, considerando che lo scorso anno è stato un vero caos, quest’anno le amministrazioni comunali si sono organizzate per tempo chiudendo, tra l’altro, le scuole! E così oggi mi sono trovata a cambiare all’ultimo i programmi della giornata.

Come sempre, l’arrivo della neve per i bambini è davvero una grande festa e vederli fare a pallate dalla finestra è stato davvero emozionante ora che anche il più piccolo ha potuto partecipare.

Stare in casa con questo freddo fa venire la voglia di accendere il forno per sperimentare nuove cose. Oggi avevo voglia di provare il mio nuovo stampo in silicone per minimuffins della Tupperware e così, con gli ingredienti che avevo in casa (e chi aveva voglia di uscire a far la spesa?) ho fatto questi muffins cioccolatosi, che  a merenda sono stati letteralmente spolverati!

Ingredienti: 

  • 90 g di burro
  • 150 g di zucchero
  • 2 uova
  • 2 banane mature
  • 100 ml di latte
  • 220 g di farina 00
  • una manciata di gocce di cioccolato
  • qualche goccia di limone
  • 2 cucchiai di cacao amaro in polvere
  • 1 bustina di lievito per dolci

Procedimento:

Mettere il burro morbido in un recipiente e montarlo con le fruste (oppure nel Bimby), aggiungere lo zucchero e continuare a frullare. Quando il composto sarà ben amalgamato, aggiungere le uova e continuare a frullare, quindi unire il latte e la banana precedendemente schiacciata su un piattino aiutandosi con una forchetta e spruzzandola con qualche goccia di succo di limone per evitare che si annerisca.

Quando il tutto si sarà ben amalgamato unire il cacao in polvere, la farina e infine il lievito e le gocce di cioccolato. Mescolare bene.

Bagnare lo stampo in silicone con dell’acqua e sgocciolarlo bene.

Mettere il composto in una sac a poche (questa operazione è solo per aiutarci a riempire gli stampi, ma possiamo farlo anche con un cucchiaio) e riempire ogni stampo per un terzo.

Cuocere in forno a 180°C per 15-20 minuti.

Sembrano tanti panettoncini! 

Torta di amaretti con le pere

Continua il mio studio sul cibo senza glutine, beh, più che studio i miei sono esperimenti perchè ho ancora poca dimestichezza con le farine però è davvero interessante e in questo trovo grande aiuto dal blog di Felix e Cappera Un cuore di farina senza glutine, dove le ricette sono spiegate dettagliatamente con tante varianti possibili.

Anche io ho apportato una piccola variante alla loro ricetta, spero non me ne vogliano, ma speravo in questo modo di far mangiare un po’ di frutta ai miei bimbi ed in effetti l’esperimento è riuscito e nel giro di un’ora la torta si era già ridotta della metà!

Ingredienti: 

  •  100 g di farina senza glutine per dolci
  • 2 uova
  • 100 g di amaretti
  • 100 g di burro
  • 100 g di zucchero
  • 1 cucchiaio di cacao amaro
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci senza glutine
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 2 cucchiai di rum
  • zucchero a velo consentito
  • 1 pera

Procedimento:

Montare gli albumi a neve.

Tritare gli amaretti.

Lavorare il burro con lo zucchero, quindi unire i tuorli e il rum e montare con delle fruste o col Bimby (2 min. vel. 4).

Aggiungere gli amaretti, il cacao, la cannella, la farina e il lievito e continuare a lavorare il composto (col Bimby ancora 2 min. vel.4).

Per ultimo aggiungere gli albumi lavorando il composto molto delicatamente con un mestolo (nel Bimby 3o sec. antiorario vel. 2) e la pera sbucciata e tagliata a piccoli pezzi.

Versare il composto in una teglia (io ho scelto di farlo a forma di ciambella ma secondo me è perfetto anche come plumcake) imburrata e infarinata.

Consiglio di usare uno stampo non troppo grande perchè l’impasto non è molto e quindi potrebbe rimanere bassa, proprio come è accaduto a me!

Cuocere 30 minuti in forno preriscaldato a 190°C.

Pozione d’amore

Trovo che l’abbinamento peperoncino-cioccolato sia altamente afrodisiaco! La prima volta che mangiai un cioccolatino piccante mi trovavo in Mexico e lì, in fatto di cioccolata e di peperoncini la sanno davvero lunga…

E così mi venne voglia di riproporlo da bere e, questo periodo dell’anno è il migliore per produrlo e anche per berlo perchè sicuramente scalda il cuore e la pancia, anche se poi, per la verità, è ancora più buono se bevuto freddo!

Inoltre è un altro di quei prodotti home made che ben si prestano per fare piccoli regali natalizi.

Essendo un liquore a base di latte, consiglio comunque di berlo nel giro di pochi mesi, anche se l’alcol dovrebbe aiutarci a mantenere questo liquore stabile.

E un’altra raccomandazione fondamentale: assumerne in piccole dosi perchè… potrebbero esserci effetti collaterali!!!

Ingredienti:

  • 75 g di cacao amaro in polvere
  • 1 litro di latte fresco intero
  • 1 Kg di zucchero
  • 2 bustine di vanillina
  • 500 cc di alcool
  • 2 cucchiaini rasi di peperoncino in polvere

Procedimento:

In una ciotola mescolare il cacao con lo zucchero, il peperoncino e la vanillina.

In una pentola portare il latte a ebollizione e, sempre mescolando, unire gli ingredienti messi precedentemente nella ciotola. Fare molta attenzione a che non si formino i grumi.

Far raffreddare bene.

Unire l’alcool e imbottigliare.